21 APRILE INAUGURAZIONE MOSTRA SU ROCKY MARCIANO

Il mito del campione

(la redazione)

L’orgoglio di essere di Ripa, oggi, si arricchisce con questa edizione, assolutamente speciale, interamente dedicata ad uno degli avvenimenti che senz’altro resterà  nei ricordi di tutti i Riparoli e che sarà  il fulcro delle iniziative ripesi nel corso dell’anno 2007.

E per questa ragione che ringraziamo quanti, principalmente il Vice Presidente della Provincia di Chieti, dr. Umberto Aimola, hanno voluto affidare a questa piccola voce, ma piena di amore per il proprio paese, la divulgazione della bellissima iniziativa di una mostra dedicata al campionissimo Rocky Marciano. Iniziata in sordina due onni orsono, oggi si  pone con prepotenza all’attenzione di tutti gli abruzzesi e non, ampliando gli orizzonti ai confini oltre oceano.

… ricominciamo da Marciano

Il calendario degli eventi programmato all’Amministrazione provinciale di Chieti, ha come obiettivo cultura e turismo sportivo. Con inizio il 20 aprile, il programma si sviluppa  fino al mese di settembre.  La presenza di testate giornalistiche e televisive internazionali saranno veicolo pubblicitario per la visibilità del nostro paese in tutto il mondo. Da questa piccola postazine cercheremo di rendere partecipi e informati quanti si collegheranno a questo sito.

Il programma preparato dall’Amministrazione provinciale di Chieti, ha inserito anche Ripa nel contesto delle manifestazioni. Infatti il  21 aprile ci sarà l’inaugurazione della mostra su Rocky Marciano e durante il periodo estivo si avrà una riunione pugilistica tra le rappresentative dell’Italia e dell’Australia.

Per l’occasione è stata data alla stampa una edizione speciale del giornalino locale, interamente dedicato al nostro campione. Edizione che potrete leggere direttamente su questo sito fra due giorni. Seguiranno altre attività che saranno tempestivamente comunicate.

Tempo bizzarro …

  Dopo un inverno all’insegna del bel tempo, l’ingresso della primavera ha portato freddo e acqua (veramente ancora poca per le esigenze della natura…)
  Oggi, 24.03.2007 abbiao avuto temperatura abbastanza fredda.

22 marzo. FINALMENTE !!

22 marzo. Una data che segna, ogni anno, un momento particolare per la comunità di Ripa.
E’ il rinnovo del ricordo storico che lega il nostro paese alla venerazione della sua Santa Patrona: Maria SS.ma del Sudore. E come ogni anno, si presenta con tutta la sua spiritualità che pur se legata a simboli, quali la processione da luogo dell’evento, è indubbiamente espressione di sentimento di devota filiazione alla Madonna. Ogni anno, pur nell’evolversi dei tempi, resta immutato il valore spirituale per la comunità di Ripa. Tra i simboli tradizionali spicca la costituzione della “compagnia”. Quest’anno la volontà di rinnovare tale tradizione ha animato le famiglie Bascelli Claudio e Pantalone Salvatore entrambi della contrada Alento.
Già durante la settimana con cura e impegno hanno preparato l’avvenimento odierno.
Sono state nove giorni di preghiera intensa (tanto dura la novena). Le loro case hanno visto l’incontro di preghiera di centinaia di persone, amici, conoscenti, semplici concittadini, tutti uniti dall’unico legame spirituale: la Madonna. Le loro case si sono trasformate, nel periodo, delle piccole chiese. In attesa del grande giorno.
L’atteso giorno, oggi 22 marzo, è arrivato. Con il suo carico di tempo inclemente. Dal mattino un cielo scuro, non ha lasciato margini ai nostri pensieri. Ma … la carica era tale che nulla poteva fermare ilo sentimento di centinaia di persone.
Le due famiglie, partendo ognuno dalla propria abitazione, hanno formato file oranti di gente, per ritrovarsi tutti insieme davanti alla icona della Madonna del Sudore, posta ai margini del fiume Alento. Nelle vicinanze del luogo ove, come tradizione vuole, trovavasi la piccola chiesetta diroccata della Madonna.
Giunti sul posto, un gruppo di giovani ha dato vita ad una rappresentazione sull’evento storico della caduta della chiesetta a causa delle abbondanti acque cadute.
Ha fatto seguito una preghiera prima di snodarsi lungo le vie che conducono al paese. Anche qui, all’ingresso, è stata data rappresentazione dell’evento miracoloso della sudorazione di Sangue della tela raffigurante la Madonna. Al termine tutti diretti in chiesa.
Il tempo inclemente di questa giornata, acqua e freddo, non hanno consentito lo snodarsi della processione lungo le vie del paese.
Durante la messa della sera, il parroco Don Gennaro, ha rievocato l’avvenimento storico.

Rievocazione storica Madonna del Sudore

Rievocazione fatta dal parroco Don Gennaro al termine delle funzioni religiose del 22 marzo 07.

Esiste in Ripa teatina una tradizione che si fa risalire al 22.3.1728 la quale vuole che dall’immagine della Vergine SS.ma, che sovrasta attualmente l’altare maggiore di questa chiesa parrocchiale, si sia verificata sudorazione di sangue. Tale tradizione è man tenuta viva non da documenti scritti dell’epoca, ma unicamente dalla commemorazione che il parroco ne fa ogni anno dinanzi ai suoi fedeli.