Calendario 2008 per beneficenza

Fresco di stampa è in offerta (previo rilascio di un contributo) il calendario 2008. I soggetti sono i personaggi che possono essere ammirati nell’albun fotografico pubblicato a fianco.

L’invito è ad acquistare tali calendari che oltre a riprodurre bellezze del paese permetteranno, con i fondi raccolti, di proseguire i lavori di ristrutturazione della chiesa di San Rocco. Quanti lettori sono interessati, possono scrivere alla redazione o chiedere al parroco Don Gennaro.

Gran concerto

In occasione di Santa Cecilia, patrona dei musicanti, la Banda "Città di Ripa Teatina" ha tenuto un concerto presso la Chiesa Madre.
L’occasione, oramai appuntamento consueto che si rinnova da anni, ha richiamato all’interno della struttura, una gran mole di persone che hanno gremito ogni posto pur di assere presenti all’occasione.
Grande silenzio e grande attenzione hanno seguito i passaggi e le variazioni che la Banda ha esibito. Grande apprezzamento verso la soprano Rosalba Nicolini, originaria di Ripa e il tenore Marco Iezzi di Chieti che hanno cantato arie da opere di Puccini ("mi chiamano Mimì" dalla Boheme e "Lucean le stelle" dalla Tosca), Lehar (la vedova allegra) terminando in un crescendo  di entusiasmo con il "brindisi" dalla Traviata di Verdi. Ha seguito un rinfresco offerto dall’Associazione "Monteverdi" presso il chiosco dell’ex convento.

La Banda si rinnova.

Dallo scorso mese di ottobre è stato nominato Presidente dell’Associazione "C.Monteverdi" il Prof. Silvio Di Paolo.
L’Associazione, nota sopratutto come "la Banda" di Ripa, cura l’educazione musicale e la preparazione di nuovi elementi per la banda. E’ possibile  leggere la sua storia consultando la cartella relativa alla banda.
Auguri, Silvio!

Una vittoria netta.

Nel campo del Montesilvano, la nostra squadra ha ottenuto un netto risultato che conforta la rimonta della squadra.
Ora ben dodici squadre si trovano nel raggio di tre punti. Questo conferma il forte equilibrio del campionato, dove risulterà vincente chi avrà forza per reggere a lungo in un campionato così stressante. Le stesse due squadre prime in classifica non possono permettersi scivoloni, per non essere risucchiati. Peraltro non ci vede d’accordo sui privilegi assegnati alla squadra del Chieti. Infatti le partite che la suqdra dovrebbe giocare fuori casa, risultano penalizzanti per le squadre ospitanti che non possono giocare davanti al popolo amico, ma sobbarcarsi trasferimenti su campi neutri. Con danno alla società, alla squadra e ai propri tifosi. Cosicchè la squadra privilegiata è sempre quella del Chieti.

Succedono anche queste cose ….

Un uomo di Ripa, sposato, incensurato, è stato scoperto dagli addetti alla vigilanza di un Iper, a riprendere la biancheria intima di clietni avvenenti.