Ripa gemellato con Sequals

Sequals (PN), 12 luglio 2008

Nel nome di Rocky Marciano, orginario di Ripa Teatina (CH), e di Primo
Carnera, nato a Sequals (PN), i due Comuni hanno ufficializzato questa
mattina, presso il municipio della cittadina friulana, il loro atto di
gemellaggio, nato dopo l’incontro tra le due amministrazioni avvenuto a
Roseto degli Abruzzi (TE), in occasione del torneo europeo di pugilato
valido per la qualificazione olimpica.

Questa mattina, nella sala consiliare del municipio di Sequals, Mauro
Petrucci, sindaco di Ripa Teatina, e Francesca Piuzzo, primo cittadino di
Sequals, hanno firmato l’atto di gemellaggio, pronunciando solennemente il
giuramento di amicizia tra le due realtà  amministrative.

La cerimonia si è svolta alla presenza di Nino Benvenuti, campione di
pugilato degli anni Sessanta, cittadino onorario di entrambi i paesi, e di
Giovanna Maria Carnera, figlia del grande pugile friulano.

E’ un privilegio – ha esordito il primo cittadino ospitante, Francesca
Piuzzo – rivolgervi questo benvenuto per la cerimonia di sottoscrizione del
patto di gemellaggio tra due città  che hanno dato i natali a due campioni
che per il loro modo di essere e la loro professionalità  hanno saputo
riscattare la loro condizione di emigrati, dando dignità  a tutti gli
italiani che hanno abbandonato le loro terre per cercare fortuna negli Stati
Uniti. Quello che sottoscriviamo oggi è un patto di amicizia e di
fratellanza, che unirà le nostre comunità in perpetuo per sviluppare la
conoscenza reciproca e il perseguimento di obiettivi comuni».

«Essere gemelli – ha risposto il sindaco di Ripa Teatina, Mauro Petrucci
-significa avere un patrimonio cromosomico in comune. Evidentemnete Ripa
Teatina e Sequals hanno scoperto di avere questo patrimonio. I nostri due
paesi sono molto simili, in effetti: entrambi dalle solide tradizioni
contadine, caratterizzati dallo spirito di sacrificio e di abnegazione che
hanno fatto sì che le due comunità  siano cresciute e si siano sviluppate in
questi decenni. Simbolo di questa crescita è certamente la storia dei nostri
due campioni di uno sport che è evocazione di sacrificio e di regole. I
nostri territori hanno le stessa caratteristiche dei nostri pugili: fatica,
durezza, perseveranzam ma anche gioia nel raggiungere i risultati. Tanto ci
accomuna, anche e soprattutto i sacrifici degli emigrati, che hanno avuto in
Rocky Marciano e Primo Carnera un sostegno ed un motivo di orgoglio e
fierezza nei momenti duri di sofferenza ed umiliazione. In un’epoca di
globalizzazione come la nostra è importante anche ribadire i legami di
amicizia tra nord e sud. Mi auguro che il patto abbia un futuro sempre vivo
con una frequentazione sempre attenta e costante. Chiudo ricordando una
leggenda metropolitana: pare che Pierino Marchegiano, il papà  di Rocky, che
lavorava in un calzaturificio, abbia portato il figlio ad un incontro di
Carnera e quest’ultimo abbia abbracciato il piccolo Rocky: quasi un segno di
un passaggio di consegne che oggi rinnoviamo con il nostro gemellaggio».

«E’ un onore per me – ha detto Nino Benvenuti – essere accomunato a due nomi
così importanti: ho avuto la gioia di conoscere entrambi i campioni che oggi
celebriamo, Carnera nel 1960 subito dopo le Olimpiadi, e Marciano a New York
durante il match contro Griffith. Sono stati due momenti incancellabili per
la mia vita. E oggi sono concittadino onorario sia dell’uno che dell’altro:
cosa si può volere più¹ dalla vita?»

«Mio papà e Rocky – ha chiosato Giovanna Maria Carnere – sono stati due
uomini legati ad uno sport del cuore ed oggi sono eternamente legati i due
paesi che hanno dato loro delle radici. Una vera gioia per me e li immagino
ora, insieme, abbracciati, che si dicono l’un l’altro “E’ ben fatto”».

*Ufficio Stampa dell’Unione dei Comuni delle Colline Teatine*

 

One Response to Ripa gemellato con Sequals

  1. Carissimo Mr. Elio, e sempre un piacere leggere notizie di Ripa,e specialmente quando si tratta del
    nostro paesano ROCCO MARCHEGIANO, Ottimo lavoro.
    Umberto Giampaolo da Philadelphia.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.932 spammer.