Consultazioni elettorali del 11 giugno u.s.

Il sindaco uscente, Ignazio Rucci, si è riproposto con una squadra fortemente rinnovata ed è stato rieletto quale sindaco di Ripa. img_4484 La sua esperienza, messa a disposizione dei nuovi arrivati. Dai libretti pubblicati non si evince “un” nuovo programma ma la prosecuzione di quanto proposto e sviluppato nei cinque anni trascorsi. Dai vari incontri avuti con i cittadini emergono, comunque, i pensieri sui nuovi programmi che lo vedranno impegnato nella istruzione, sicurezza, sport e ambiente. Il suo desiderio è dare ai cittadini un comune pulito, una riduzione delle tasse sui rifiuti, una sicurezza rafforzata con la videosorveglianza e contenimento della tasse. Riaperto un discorso con la Asl per la demolizione dell’ex ospedale e un progetto per la creazione di un parcheggio sotterraneo nell’ex campo sportivo e la creazione di una nuova piazza.

Tra gli argomenti sopra esposti risultano mancanti alcuni di cui si è tenuto il più assoluto silenzio negli incontri: la costruenda strada antistante Berardocco e l’ospedale. Da contatti avuti con i candidati, ed ora eletti, viene segnalato il voluto silenzio sui due argomenti.
Nuova amministrazione
Lista “Ripa nostra verso il futuro
Ignazio Rucci, Antonio Pizzica, Gianluca Palladinetti, Marco Ricciuti, Roberto Luciani Massimo Serra, Antonio Pellegrini, Ilenia Pulce, Christian Sanonetti
Lista “Ripartiamo insieme per cambiare
Fernando Zuccarini, Roberto Nicolò, Gabriella Esposito, Serena di Nella.

 

Riportiamo il programma di entrambe le liste.
lista “RIPA NOSTRA – VERSO IL FUTURO”

Candidato sindaco : Ignazio Rucci

Candidati Consiglieri:Albanese Silvia (09.01.1972 Breda Olanda) – Baldassarre Paola (31.01.1963 Francavilla al Mare ) – De Francesco Loris (30.06.1991 Chieti) – Luciani Roberto (13.02.1962 Ripa Teatina) – Palladinetti Gianluca (02.06.1979 Chieti) – Pellegrini Antonio (09.02.1989 Chieti) – Pizzica Antonio (15.11.1988 Chieti) – Pizzica Elisa (15.03.1977 Modena) – Pulce Ilenia (13.07.1991 Pescara) – Ricciuti Marco (05.07.1982 Toronto Canada) – Sansonetti Christian (27.11.1979 Chieti)- Serra Massimo (18.09.1973).

Saluto del Sindaco e programma elettorale

Cari concittadini,
in vista delle prossime elezioni, colgo l’occasione per fare un bilancio di quanto fatto in questi cinque anni da sindaco di Ripa Teatina.
Ho dimostrato con i fatti quanto promesso cinque anni fa: essere il sindaco di Tutti.
Ho cercato di assicurare al paese e a quanti avessero bisogno, la completa disponibilità, garantendo una presenza costante sul territorio.
Mi sono dato da fare per migliorare il nostro patrimonio pubblico: chiudo infatti questi cinque anni di amministrazione con una somma di finanziamenti per le opere pubbliche che ammonta a sei milioni di euro.
Istruzione, ambiente, sicurezza, sport e cultura sono stati i pilastri su cui abbiamo costruito la nostra attività di governo.
Scuole nuove ed edifici esistenti più sicure, una tassa di rifiuti più bassa, lo sforzo per garantire più sicurezza al territorio con l’utilizzo di nuove tecnologie di videosorveglianza,e le numerose iniziative in campo culturale e sportivo sono alcuni dei risultati che abbiamo conseguito.
Tanti sono gli altri progetti da portare avanti, e tra questi voglio citane almeno tre.
Innanzitutto quello di poter realizzare nel sito del vecchio campo sportivo un parcheggio sotterraneo e una piazza sovrastante attraverso il project financing.
Ripa Teatina potrà così avere un nuovo centro di aggregazione, facilmente accessibile anche grazie al parcheggio interrato.
Il secondo riguarda la partecipazione della cittadinanza alle scelte amministrative che stimolerò in ogni modo, anche attraverso la creazione di un gruppo di saggi, persone che possano dare consigli e sostenere l’attività amministrativa con il proprio fattivo contributo.
Il terzo punto riguarda il lavoro che è al primo posto degli obiettivi da raggiungere, sebbene il Comune non possa incidere nella risoluzione di queste gravi problematiche.
Tanti, troppi sono ancora i giovani che continuano ad incontrare grandi difficoltà nella ricerca di un lavoro stabile e per questo motivo sempre più spesso sono costretti ad emigrare.
In tal senso continuerà instancabile la nostra attività di puntuale e tempestiva informazione dei canali di accesso e di possibilità che verranno ad essi rivolte.
Mi ricandido con rinnovato entusiasmo e consapevolezza di poter contare su una squadra di giovani.
La mia ricandidatura, che per certi versi sembra ovvia e scontata, si fonda sull’appoggio e il sostegno di una lista in cui hanno trovato spazio molti giovani e al loro entusiasmo unisco la mia esperienza politica ed amministrativa, insieme a quella di alcuni membri della mia attuale giunta, frutto di un percorso iniziato molti anni fa.
Abbiamo lavorato per costruire su una squadra forte e unita.
Ho visto tanto entusiasmo in chi mi appoggia e per questo motivo sono disponibile a proseguire il lavoro iniziato.
Cari concittadini, vi chiedo di continuare a sostenere la mia lista per lavorare insieme per il Bene di Ripa Teatina e per costruire un futuro sempre migliore per la nostra comunità.
Un abbraccio sincero.
Ignazio Rucci.

PROGRAMMA.
AMBITO ECONOMICO

L’Amministrazione, sarà disponibile a favorire lo sviluppo economico del paese.
Per l’industria e l’artigianato, il perdurare della crisi rende ancora piuttosto difficoltoso l’investimento da parte di privati do nuovi capitali nelle zone destinate ai suddetti settori, pertanto, come nel quinquennio appena trascorso, l’Amministrazione sarà attenta a fare da cassa di risonanza relativamente ai bandi e agevolazioni per la creazione di nuove imprese.
Per quel che concerne L’AGRICOLTURA settore portante del
l’economia del paese, l’Amministrazione sarà attenta a rispondere alle istanze degli agricoltori offrendo da un lato supporto nella formazione e nell’informazione e dall’altro mettendo in atto azioni e strategie per far fronte alle problematiche di competenza amministrativa, coinvolgendo i cittadini-agricoltori in una corresponsabile collaborazione alla manutenzione della qualità dell’ambiente.
Verranno inoltre promosse iniziative volte a favorire il diffondersi di buone pratiche in relazione al biologico e al censimento dei terreni incolti, per restituire dignità all’agricoltura suscitando nei giovani un interesse finalizzato alla costituzione di nuove imprese agricole.
Continuerà la cultura del dialogo con le imprese locali, verso le quali l’Amministrazione uscente ha semrpre dimostrato disponibilità nell’ascolto delle loro problematiche e alle quali ha dato, per quanto potuto, il proprio sostegno.

IL LAVORO AL PRIMO POSTO. Grande attenzione continuerà ad essere rivolta alle Politiche attive del lavoro, con la divulgazione di bandi europei, nazionali e regionali per dare una tempestiva informazione a tutti i cittadini in cerca di occupazione.
Per venire incontro alle esigenze di tanti giovani professionisti, si potrebbe mettere a loro disposizione uno spazio condiviso adeguato per muovere i primi passi nella propria attività professionale.
IL COMMERCIO ripese da anni risente gli effetti della crisi e dell’alta concentrazione di centri commerciali nel giro di pochissimi chilometri. Tuttavia, per quanto attiene alle competenze di un’Amministrazione comunale, saranno attuate le necessarie strategie per la rinascita del commercio nel Centro storico.
Un altro settore economico che giocherà un ruolo importante nel futuro sarà IL TURISMO che negli ultimi anni ha visto una buona crescita, legata al premio Rocky Marciano che ha dimostrato di essere negli anni un importante volano per la promozione del nostro paese. Verranno messe in campo nuove energie professionali che sapranno coniugare la bellezza del nostro territorio con la ricchezza storico-culturale, proponendo itinerari turistici, visite guidate, lavori didattici e percorsi enogastronomici.
Particolare attenzione verrà riservata al complesso dell’ANTICO CONVENTO FRANCESCANO con un progetto di riqualificazione ai fini ricettivi attraverso un project financing a partecipazione pubblica e privata.

AMBITO TECNICO

Per quanto concerne i lavori pubblici già tantissimo è stato fatto per dare un volto nuovo al paese.
Si continuerà su questa linea, intercettando i fondi dedicati per rendere ripa ancora più accogliente e bella.
Alta continuerà ad essere l’attenzione agli edifici pubblici e alle scuole in particolare, per cui, qualora verrà individuato l’accesso a nuovi fondi, sono già pronti progetti di ulteriori riqualificazioni.
Continueremo, inoltre, a curare la manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità, con maggiore attenzione alle strade delle contrade e a quelle rurali di competenza comunale.

SICUREZZA. Questo tema vedrà l’Amministrazione e il Primo Cittadino, in particolare, proseguire a tessere rapporti costanti con i comuni limitrofi e gli enti preposti alla Sicurezza quali la Prefettura e Forze dell’Ordine, mettere in atto azioni sinergiche volte alla prevenzione della delinquenza e ad assicurare ai cittadini maggiore tranquillità. In sinergia con i cittadini si potrebbero inoltre attuare progetti di implementazione della videosorveglianza anche nelle zone periferiche.

AMBIENTE. Molto è stato fatto negli ultimi anni per quanto concerne il sistema di accolta differenziata, che giungerà a perfezionamento con la tariffazione puntuale operativa nel 2018 e che comporterà una riduzione ulteriore dei costi. Inoltre si lavorerà per rendere ancora più funzionale l’isola ecologica.
Imprescindibile sarà inoltre il periodico incontro con la cittadinanza sui problemi ambientali, nell’ottica di un’educazione alla corresponsabilità, al fine di migliorare e conservare la qualità di vita su tutto il nostro territorio, che già gode di un clima. Di una qualità dell’aria e di una natura oggetto di lode da parte di molti ospiti italiani e stranieri.
AMBITO SOCIALE
Per quanto concerne l’ambito sociale una funzione predominante docrà essere riservata all’assistenza delle famiglie in difficoltà a causa della mancanza di lavoro o per malattia o per altre problematiche a cui far fronte con discrezione e puntualità. Per rispondere alla esigenze dei cittadini che ne abbiano i requisiti in particolari momenti di difficoltà potrà essere valutata l’attuazione del baratto amministrativo.
Un’attenzione particolare verrà data anche alle POLITICHE GIOVANILI con progetti rivolti ad un’educazione culturale delle nuove generazioni, con la promozione di attività volte alla prevenzione di problematiche relative all’età adolescenziale e giovanile. Saranno messi a disposizione dei giovani gli spazi comunale per iniziative, eventi o progetti nei quali i nostri giovani abbiano modo di esprimere le loro potenzialità e la loro creatività.
Grande impegno sarà profuso all’attuazione delle POLITICHE DELLA TERZA ETA’.
Oltre ai servizi di assistenza agli anziani verranno organizzati incontri informativi per rispondere alle esigenze di una popolazione che diventa sempre più anziana anagraficamente, ma ancora molto attiva e capace di dare un fattivo contributo alla comunità. In quest’ottica un ruolo centrale rivestirà sicuramente il Centro Anziani, con progetti di attuazione di un patto generazionale che contribuisca all’integrazione degli anziani nel tessuto sociale e alla valorizzazione della loro esperienza da trasmettere alle nuove generazioni.
Per quanto riguarda l’istruzione, continuerà il proficuo dialogo con le istituzioni scolastiche sia in relazione ad esigenze di carattere organizzativo e logistico sia relativamente a progetti di promozione educativa e culturale condivisibili.
L’ambito sociale contemplerà anche politiche volte alle Pari Opportunità, all’integrazione e inclusione degli extracomunitari e delle fasce più deboli della popolazione.
Verrà posta attenzione alla promozione di progetti diretti all’attuazione di buone pratiche, affinchè tutti i cittadini possano godere degli stessi diritti e sentirsi parte integrante e attiva del tessuto sociale.
Verrà infine promossa la partecipazione di cittadini attivi per la costituzione di un corpo di Protezione civile dell’Unione dei Comuni della Valle del Foro, con sede sul territorio di Ripa Teatina, il sui progetto è già incorso di attuazione.

AMBITO CULTURALE E SPORTIVO

L’apertura del Centro Culturale “Ennio Flaiano” nella prestigiosa sede dell’Antico Convento francescano sarà il fulcro intorno a cui verranno organizzati eventi di carattere culturale. Inoltre il Centro Culturale con l’annessa Sala di lettura sarà disponibile come luogo d’incontro per i cittadini per discutere temi d’attualità, di pubblico interesse di crescita culturale, sociale e umana.
LA SALA DI LETTURA sarà il luogo privilegiato per gli studenti ripesi di ogni ordine e grado che non solo potranno accedere ai libri, ma come tutti gli altri cittadini potranno godere di un accogliente ambiente di studio.
Verranno inoltre organizzate e promosse varie manifestazioni di carattere ricreativo e culturale al fine di offrire ai cittadini ripesi una valida occasione per vivere il paese e agli ospiti l’opportunità di conoscere il nostro paese.
Tra gli eventi un ruolo di primo piano è sicuramente quello del PREMIO MARCIANO che arricchitosi dallo scorso anno con il Festival della Letteratura Sportiva, pone Ripa in una condizione privilegiata di risonanza non solo regionale, ma anche nazionale.
Verrà garantita assistenza alla Associazioni che operano nel nostro territorio in ambito musicale, sportivo, religioso e di promozione turistica, nello svolgimento delle loro attività e manifestazioni di interesse collettivo volte alla crescita culturale ed economica di Ripa Teatina.
Grande rilievo ha assunto LO SPORT grazie all’attività per bambini e ragazzi che vengono svolte negli spazi comunale da parte di tante associazioni sportive, con le quali l’Amministrazione continuerà a collaborare attivamente mettendo a disposizione spazi e favorendo l’organizzazione di eventi nei quali le associazioni stesse possano promuovere le discipline sportive e/o educative nelle quali operano.
L’Amministrazione si impegna, inoltre, a diffondere l’idea di sport come mezzo educativo e di integrazione sociale.

 

Programma elettorale
Lista Civica RIPArtiamo

Candidato sindaco: Fernando Zuccarini

Alessia Martino (04.02.1979 Chieti) – Pierangelo Marchesani (02.01.1976 Taurianova – Fg-) – Serena Di Nella (13.08.1991 Chieti) – Luca Zappacosta (24.05.1979 Chieti) – Emiliano Marcello (25.12.1978 Chieti) – Elena Di Giglio (22.01.1985 Isernia) – Gabriella Esposito (01.09.1954 Ripa Teatina) – Roberto Nicolò (19.02.1974 Chieti) – Dario Mennilli (08.11.1954 Ripa Teatina) – Claudio Giandomenico (17.06.1962 Ripa Teatina) – Bruno Casoraro (17.05.1962 Ripa Teatina).

Il nostro programma di governo non si basa su una serie di promesse elettorali più o meno realizzabili. Intende, invece, stabilire delle linee guida sulla base delle quali lavorare insieme a TUTTI i cittadini, per lo sviluppo economico, urbanistico e architettonico del nostro paese.

Specificatamente, vogliamo perseguire la possibilità di realizzare una democrazia partecipata e non più solo rappresentativa, o meglio delegata. Cercheremo, pertanto, di coinvolgere l’intera cittadinanza.

URBANISTICA
La nostra visione di sviluppo urbanistico si fonda su un concetto semplice: il nostro territorio non può essere invaso dal cemento in modo indefinito e senza un criterio. Quello che ci proponiamo, infatti, è una crescita del Paese basato sul recupero dei “contenitori” vuoti o dismessi, con la riqualificazione delle costruzioni già esistenti. In particolare proponiamo:
1. La sistemazione delle strade interpoderali
2. La qualità e la manutenzione del manto stradale
3. La pulizia delle cunette
4. La realizzazione di una piazza in Contrada Casale
5. La messa in sicurezza dell’incrocio in Contrada Casale
6. La riqualificazione di Contrada Feudo
7. La realizzazione dell’ascensore per la Chiesa di S. Pietro Apostolo.
Infine, non deve mancare l’attenzione al patrimonio già esistente, il quale deve continuare ad essere mantenuto in buono stato di fruizione, così come deve continuare ad essere posta la necessaria attenzione all’arredo urbano delle piazze e delle vie cittadine, al fine di poterne garantire il pieno utilizzo a tutti i cittadini.

TEMATICHE SOCIALI E LAVORO
Troppo spesso il sociale viene identificato solo ed esclusivamente con gli aiuti economici alle fasce più deboli, ma esso non può e non deve limitarsi solo a ciò.
Oggi, a causa della crisi,, la pubblica amministrazione, andando incontro alle esigenze di una fascia sempre più ampia della popolazione, può:
1. Introdurre nuove agevolazioni per le famiglie
2. Sostenere le associazioni di volontariato
3. Creare delle cooperative che gestiscano alcune delle opere che intendiamo realizzare.
Inoltre, ci proponiamo di attivare progetti integrati di sviluppo sociale con particolare riferimento ai giovani, alle donne, agli anziani e ai diversamente abili. Per muoversi in questa direzione, gli ambiti prevalenti su cui l’Amministrazione intende impegnarsi sono:
a. Socializzazione e qualità della vita;
b. Nuova concezione della cultura e dello sport come strumenti di promozione sociale;
c. Valorizzazione degli apporti dell’associazionismo, della cooperazione razione sociale e del volontariato;
d. Riqualificazione delle Case Popolari.

L’Amministrazione comunale, inoltre, si impegna ad attirare sul proprio territorio – anche attraverso bandi europei – aziende operanti in settori importanti dell’economia. Bisogna dar loro la possibilità d’investire nel nostro Comune, attraverso incentivi sia sul piano dell’imposizione fiscale sia sul piano dell’offerta del personale specializzato.
Pertanto, per quanto riguarda il lavoro, RIPArtiamo si pone i seguenti obiettivi:
1. La decurtazione delle tasse alle nuove imprese
2. La lottizzazione della zona artigianale
3. L’incentivazione per i lavori di pubblica utilità (i cosiddetti lavori socialmente utili).
La nostra lista, infine, perseguirà quelle linee guida di sviluppo sostenibile a livello turistico e di conservazione del territorio, creando sviluppo di occupazione anche attraverso la formazione di cooperative impiegate nella gestione di servizi legati a percorsi didattico-ambientali, enogastronomici e culturali. Un esempio può essere il recupero da parte di Ripa Teatina delle “Strade del vino”.
I GIOVANI
I giovani sono la vera risorsa di un territorio. La nostra lista intende perseguire politiche giovanili a tutto campo, attraverso forme di aggregazione culturale e attività artigianali, che rivalutino le vecchie tradizioni della cultura locale. Investire nella cultura è il modo migliore, soprattutto in una realtà piccola come la nostra, per aiutare la comunità a crescere e a raggiungere valori di coesione e appartenenza sociale proiettati al futuro.
Sarà impegno prioritario dell’Amministrazione predisporre progetti specifici per creare possibilità di occupazione per le giovani generazioni, mediante la valorizzazione delle peculiarità culturali, locali,paesaggistiche, artigianali, turistiche ed enogastronomiche, attraverso programmi da sostenere con finanziamenti Regionali e della Comunità Europea.
Inoltre, è nostra intenzione dar vita ad associazioni di volontari e/o cooperative, cui affidare alcune zone (dopo il loro recupero paesaggistico e architettonico) per la lro cura e manutenzione, al fine di promuovere lo sviluppo turistico del paese.
Infine, intendiamo dare allo sport il valore che gli spetta, ovvero quello del rispetto delle regole e del viver sano. L’Amministrazione può e deve impegnarsi ad aiutare i giovani che fanno sport o che intendono farlo, anche attraverso la formazione di una nuova squadra calcistica.
Per la realizzazione di quanto sopra, l’attuale vecchio campo sportivo potrà essere riconvertito per metà in parco-giochi e per metà palestra all’aperto. Tale impianto sarà di tutti: chiunque potrà organizzarvi feste di compleanno, pic-nic, ecc …
Lo sport e le attività delle associazioni, dunque, saranno, nei limiti del possibile, al centro delle nostre attenzioni.

ANZIANI E DISABILI
Se i giovani rappresentano il futuro, gli anziani rappresentano il passato: la memoria. Nella dinamica demografica del paese, essi sono già una parte numericamente importante e, in futuro, sono destinati a salire.
La misura della civiltà di una società è data dalla cura che essa ha per i suoi anziani e i suoi disabili. Gli anziani, secondo la nostra visione, costituiscono una risorsa e un bene importante per il territorio ripese: si debbono utilizzare le loro esperienze per consentire alle giovani generazioni di crescere, ma senza dimenticare le proprie radici. Dovranno, quindi, interagire bambini, giovani, adulti e anziani, affinché vi sia uno scambio generazionale e una crescita del tessuto sociale e del senso di appartenenza alla comunità.
Quella degli anziani è, per sua natura, una categoria di cittadini portatrice di attenzioni particolari. RIPArtiamo ha come obiettivo specifico quello di collaborare con le famiglie di queste persone per aiutarle a gestire e a superare i problemi che incontreranno.
Vanno considerate, inoltre, le emergenze di natura assistenziale; in tal senso l’Amministrazione, si muoverà su linee guida che favoriscano l’assistenza domiciliare e tutti quei servizi che consentano all’anziano autosufficiente di poter vivere la propria vita nell’ambito familiare e nel proprio ambiente abituale.
Si dovranno quindi sviluppare tutti quei servizi in rete ad oggi già disponibili, infermieri professionali, fisioterapisti, assistenti sociali, psicologi,…, ai quali vanno aggiunti quei piccoli servizi quali: trasporti per analisi, consegna medicine a domicilio, spesa a Km zero …. Sostenendo anche tutte quelle iniziative del volontariato che l’Amministrazione sosterrà attivamente.
Infine, ci proponiamo di trovare una struttura adeguata per il “Centro Anziani”, già esistente.

POLITICHE AMBIENTALI

Nostro intento al riguardo è quello di agire nell’assoluto rispetto della salvaguardia paesaggistica e ambientale nel territorio, realizzando opere che ci riportino a un contatto più diretto con la natura. Ci proponiamo, infatti, di recuperare fonti storiche e culturali di Ripa Teatina, quali:
a. Fonte di Tasca, attraverso un ripristino architettonico e la creazione di un’area pic-nic
b. Fonte Casale, mediante un ripristino architettonico e la creazione di un’area verde
c. Zona Vallone, ricreando un collegamento con il centro, sia un percorso “vitae” che lo colleghi agli impianti sportivi, sistemando e attrezzando l’area con la creazione di una fontana
e/o vasca
d. Riqualificazione dell’area bimbi, già presente nel nuovo campo sportivo, attraverso la creazione di aree verdi e oasi.

POLITICHE INTERCOMUNALI

Il nostro Comune fa parte di un a rete di istituzioni analoghe che operano nel loro ambito in piena libertà. Tuttavia, le opere sovra comunali richiedono un rapporto di cooperazione tra Comuni che, oltre a quelle per le opere strutturali, può anche esprimersi in consorzio finalizzati alla realizzazioni di economie di scala.
RIPArtiamo intende:
1. Stabilire un dialogo costante con le amministrazioni vicine per coordinare politiche e azioni amministrative convergenti;
2. Stabilire un dialogo alla pari con le istituzioni locali di livello sovra comunale, quali Provincia o Regione;
3. Promuovere la creazione di un network intercomunale per la gestione digitale di servizi comunali (ad esempio: catasto, ufficio tecnico, anagrafe, ufficio elettorale, ecc…) e per l’acqui-
sto di beni di consumo.

Infine, la mancanza di competenze dirette in ambito intercomunale e la scarsità di risorse non consentono ai singoli comuni di attivare servizi di trasporto pubblico locale.
Nostra intenzione, quindi, in collaborazione con i comuni limitrofi, è quella di negoziare con gli enti competenti, Provincia e Regione, il potenziamento del servizio di trasporto pubblico locale e in particolare l’ampliamento delle corse extraurbane Ripa-Francavilla/Francavilla-Ripa.

POLITICHE DI BILANCIO

Con la crisi, ma il problema si è posto sin da prima, si vanno riducendo i contributi che lo stato eroga ai Comuni. Si impone, quindi, la necessità di una politica delle entrate e delle uscite più rigorosa.
RIPArtiamo si baserà su:
1. Contrasto all’evasione fiscale varato dal governo;
2. Ricerca sistematica di fondi europei destinati ai piccoli comuni e mirati a precisi progetti che andranno quindi studiati, adattati e ove possibile attuati;
3. Revisione, se necessario, del catasto urbano.
4. Controllo delle uscite e revisione delle modalità di spesa (ad esempio: contenendo al minimo le consulenze).
5. Creazione di consorzi d’acquisto con altri comuni limitrofi per realizzare economie di scale.
6. Al fine di ridurre il debito comunale, è opportuno procedere con operazioni di cessione di beni a valore cospicuo o concessione a terzi di servizi, al fine di generare un valore economico per il Comune.

TUTELA DEL TERRITORIO

Sempre più spesso i comuni sono chiamati a occuparsi di questo problema. Nei confronti della sicurezza e della lotta alla criminalità l’Amministrazione comunale ha poteri davvero molto limitati.
Tuttavia, ci sono alcune cose che, con la collaborazione dei cittadini, possono essere fatte, quali:
1. Rafforzare la collaborazione e il sostegno con le forze dell’ordine, nell’azione di contrasto e indagine.
2. Valorizzare il ruolo dell’Agente di Polizia locale, sia utilizzando pienamente le sue potenzialità professionali ( come la conoscenza del territorio e il rapporto fiduciario con i cittadini) sia coinvolgendolo nelle attività di educazione e sensibilizzazione dei ragazzi verso comportamenti di convivenza civile.
3. Rafforzare la sorveglianza davanti alle scuole, anche ricorrendo ad attività di volontariato.
4. Promuovere attività di informazione e sensibilizzazione dei cittadini sui comportamenti da adottare per la prevenzione dei reati.
5. Favorire attività di aggregazione dei cittadini, di tutte le età, al fine di arricchire la vivibilità del territorio, riducendo i fenomeni di emarginazione sociale e rafforzando quelli solidali. Creando questa rete di solidarietà e collaborazione, si possono prevenire episodi criminosi.
6. Potenziare la rete delle telecamere.

CONCLUSIONI
Per poter governare al meglio un paese, bisogna avere chiara la visione di ciò che si vuole realizzare: una visione di quello che sarà il suo futuro.
Ripa che noi vogliamo è un paese nel quale i cittadini partecipano attivamente alle decisioni riguardanti non solo la propria vita, ma anche quella del proprio paese e dell’amministrazione comunale; Ripa che noi vogliamo è più snella a livello burocratico e permette la soluzione dei problemi in tempi rapide e certi; Ripa che noi vogliamo è efficiente nell’erogare i servizi alle persone che ne hanno bisogno; Ripa che noi vogliamo è un polo di attrazione per le imprese, che consentano la ripresa dell’occupazione giovanile; Ripa che noi vogliamo è un paese che rispetta l’ambiente e la sua gente.

LA NOSTRA RIPA, QUELLA CHE VOGLIAMO, E’ LA RIPA CHE TU VORRESTI: UNA RIPA.

 



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.932 spammer.