Elezioni.Prime schermaglie con Livia Turco

Livia-Turco-sfondo-rosso

Prime schermaglie per le prossime votazioni a Ripa.

La coalizione che si opporrà al partito ora al governo cittadino ha presentato il suo candidato: Andrea Patriarca. A giorni verrà fuori la lista completa con tutti i suoi candidati.

Dalle parole dell’onorevole un sostegno completo al giovane Andrea.

Volentieri pubblichiamo un articolo a firma del giornalista Sig. Zulli Giustino sulla serata oggetto della nostra attenzione.

“Mi impegno per realizzare una giunta aperta ai cittadini, trasparente, che guardi ai giovani con attenzione, che faccia della partecipazione, legalità e collaborazione i suoi elementi portanti. Vogliamo aria nuova, nuovi progetti e sono rammaricato per il fatto che, per la nuova legge elettorale, siamo stati costretti a non poter accettare la disponibilità a candidarsi di molti giovani che vogliono impegnarsi in prima persona. I costi della politica vanno ridotti ma non è riducendo il numero dei consiglieri comunali nei piccoli comuni che si fa economia”.

Così, nel corso di un breve ma intenso discorso di apertura, Andrea Patriarca, assistente della Polizia di Stato che opera a Lanciano ha, di fatto, lanciato la campagna elettorale spiegando i motivi che lo hanno convinto ad accettare la candidatura a Sindaco. Ci sarà un altro momento e sarà caratterizzato dalla presentazione della squadra e del programma, ma l’inizio di una battaglia politica certamente non facile, è stato molto incoraggiante. Folto il pubblico presente che ha sottolineato con forti applausi diversi passaggi del suo discorso che, come ha notato intervenendo per un breve saluto il senatore Alfonso Mascitelli, dell’IdV, “è stato capace di stimolare emozioni, delle quali abbiamo forte bisogno”.

All’iniziativa – La buona amministrazione. Miglioramento dei servizi pubblici, efficienza, lotta agli sprechi, Stato sociale adeguato- presieduta dal segretario del circolo del Pd di Ripa Gianluca Visco, ha partecipato l’on. Livia Turco, già Ministro della Sanità del Governo Prodi che, in un apprezzato intervento a tutto campo, ha parlato del valore delle comunità locali, della fatica e dei tormenti di un Sindaco a contatto con i tanti veri problemi che deve affrontare e risolvere in una situazione che ha visto, per responsabilità del Governo Berlusconi, portare avanti un “federalismo paradossale che ha strozzato i Comuni con una micidiale mannaia su tutti i capitoli”.

Livia Turco si è anche soffermata sui “disastri del centrodestra da non dimenticare” insistendo anche sul fatto che bisogna rivedere il Patto di stabilità che deve saper rilanciare la politica degli investimenti e non chiudersi in una logica di rigorismo che non aiuta gli enti locali, sostenendo che Monti deve incrementare il fondo per le politiche sociali per aiutare gli anziani non autosufficienti, dare lavoro ai disabili, avere più asili nido. Il Pd, ad ogni livello, si batterà per questi obiettivi ed anche per ridare dignità alla persona, umiliata dalle scelte berlusconiane che hanno portato solo disastri e infelicità determinata dall’ansia per un futuro incerto.

Livia Turco, naturalmente, ha dedicato anche buona parte del suo apprezzato intervento, al Governo Monti spiegando i motivi per i quali il Pd lo ha sostenuto, non mancando di esprimere riserve sul modo in cui, Monti e la ministra Fornero stanno affrontando il delicato problema dell’articolo 18, che, ha detto, “ non c’entra nulla con lo sviluppo e l’occupazione e che noi vogliamo contribuire a cambiare nel corso della discussione parlamentare”.

Dopo l’intervento di Livia Turco, si è sviluppato anche un breve dibattito nel corso del quale alcuni interventi le hanno consentito, con le risposte date, di approfondire ulteriormente alcune problematiche.

In sostanza, una bella serata, un pubblico attento, consapevole delle difficoltà ma fortemente determinato a vincere le prossime elezioni amministrative con la convinzione che esse saranno molto importanti non solo per cambiare le cose che non vanno a Ripa ma anche per le future elezioni regionali e nazionali.

Giustino Zulli

Chieti, 27 marzo 2012

 



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.938 spammer.