Il Comune di Ripa ha un nuovo Stemma

Questo pomeriggio, nel corso di una seduta straordinaria del consiglio comunale,   il Prefetto di Chieti, Aldo Vaccaro, ha consegnato ufficialmente nelle mani del sindaco Dr. Mauro Petrucci il nuovo stemma del comune di Ripa Teatina.
Esso è costituito da una torre gialla su sfondo celeste sormontata dalle lettere R e T, sotto il motto: "Felix Terrae Ripae Universitas". Il nuovo stemma, preparato secondo i canoni dell’araldica ufficiale, andrà a sostituire l’attuale e il gonfalone in quanto essi non rispettavano i canoni imposti dal dipartimento dell’araldica comunale presso la presidenza del consiglio dei ministri.
Probabilmente, come ha ricordato lo stesso Prefetto, l’attuale stemma rappresentava qualche famiglia nobiliare e da esso esteso al Comune.
Rispetto al precedente esso si differenzia principalmente: la torre è posta sopra una scudo e non in un cerchio con terreno e piantine davanti; il terreno è rappresentato in rosso; la corona di alloro che circondava interamente lo stemma precedente, viene ora sostituito con due rami di alloro e quercia poste solo sotto lo scudo; è rimasta la scritta Felix Terrae Ripae Universitas posta sotto le lettere R e T ( a breve saremo in grado di pubblicare il nuovo stemma e il relativo gonfalone).
Occasione migliore forse non poteva capitare per questa circostanza. Infatti oggi si è tenuta l’annuale festa della terza età organizzata dagli anziani del Centro Sociale diurno "Giovanni Paolo II".
L’aula consigliare era gremita di cittadini, specie anziani. Nel consegnare la nuova matrice aggiornata e copie in miniatura, il Prefetto ha evidenziato il significato e valore del gonfalone che oltre a rappresenta tutta la cittadinanza e renderla visibile nelle partecipazioni alla vita civile, è per tutti simbolo di civiltà, libertà.
La sua presenza nell’aula consigliare, deve essere di monito per coloro che amministrano il paese a tenere sempre in conto, nelle discussioni che precedono le decisioni, gli interesi di coloro che vi abitano e quindi ad operare per il bene della collettività, anche se essi non sono presenti nell’aula.
Al termine della cerimonia il Sindaco Mauro Petrucci ha ringraziato il Prefetto per la presenza e per le numerose volte in cui si sono ritrovati  per operare in sintonia per il bene del nostro paese e, a nome della cittadinanza, ha porto auguri e ringraziamenti nell’approssimarsi  ( fra poco più di un mese)  del suo abbandono dell’incarico di Prefetto della Provincia di Chieti.
Dopo i saluti, un incontro, nell’area antistante il convento, organizzato dal Centro Anziani con musica e ….  qualche panino.
 

 



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.932 spammer.