La sua storia

foto_banda

Ripa Teatina vanta una grande tradizione bandistica già dal 1921 con la direzione del famoso M° Angelo De Virgiliis. Nel ventennio compreso tra gli anni‘50 e ’70, organizzata dal M° Antonio D’Intino, si è esibita riscuotendo grandi successi in varie piazze italiane. La presente banda che opera all’interno dell’Associazione Culturale Musicale “C. Monteverdi”, è nata grazie al contributo di alcuni ripesi cultori della tradizione bandistica. E’ gemellata dall’agosto 2001 con il Premiato Corpo Musicale “San Michele Arcangelo” di Mapello (BG). Nel giugno 2001 è stata premiata nel Concorso Nazionale dei Complessi Bandistici “Città di Bellante” (TE). Nel giugno 2004 la Banda si è recata nella capitale Ungherese realizzando il gemellaggio con la Banda di Budapest, che è stata riospitata a Ripa Teatina nel settembre u.s. I componenti della banda si rinnovano negli anni e tanti sono i nuovi allievi inseriti permettendo di estendere la cultura musicale ad un numero di giovani sempre maggiore. Il repertorio varia dal genere “marciabile – sinfonico” di famosi autori come: Lufrano, Paciocco, Coggi, Ippolito, Orsomando, Marincola, Piantoni, a quello “operistico” di illustri compositori quali: Verdi, Rossini, Puccini, Borodin, Mascagni, Bellini e tanti altri. Nel 2000 la Banda ha registrato un CD intitolato “I° Volume – Marce Sinfoniche” con le più belle marce sinfoniche di famosi autori quali: Lufrano, Coggi, Ippolito, Delle Cese, Orsomando, Marincola, Piantoni. Dopo il biennio 2000-2002, durante il quale la carica di presidente dell’Associazione è stata ricoperta dal prof. Natale Nicolino, e dopo il quinquennio 2002-2007 con la presidenza del Dott. Lorenzo Marini, dall’ottobre 2007 le redini sono passate al Prof. Silvio Di Paolo che con il supporto dei sig. Di Matteo Stefano, Di Paolo Roberto, Vignali Armando e del Consiglio Direttivo (composto da oltre 10 persone) sostengono la nostra banda con grande passione. Il Direttore Artistico e Maestro della Banda “Città di Ripa Teatina” e il Prof. Fausto Esposito il quale ha ricoperto per diversi anni il posto di prima tromba presso l’Orchestra del Teatro Marrucino di Chieti, è diplomato nel corso di primo livello in Direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Musica “L. D’Annunzio di Pescara” e ricopre la cattedra di tromba presso la scuola media ad indirizzo musicale “S. D’Acquisto” di San Salvo (Ch). Numerose sono le attività che l’Associazione svolge oltre quella della Banda tra le quali si ricordano: scuola musicale affidata a lodevoli insegnanti, orchestra di fiati giovanile (dai 14 ai 25 anni formata da circa 40 ragazzi), corsi strumentali “Domeniche in musica”, concerti di varia natura “Pomeriggi in musica”, quintetto di ottoni “Brass & Brass”, quintetto di strumenti a fiato (2 flauti e 3 clarinetti), Corso Nazionale Strumentale Ripese (ogni mese di Luglio), raduno nazionale di bande musicali.

 

2 Responses to La sua storia

  1. Francesco bassi scrive:

    Ciao, ho comprato un biglietto della lotteria collegato alla manifestazione bandistica, mi sapreste dire il numero vincente?

    Grazie Francesco Bassi

  2. voglio ONORARE il ricordo bello è avventuroso della Rinomata Banda di RIPA TEATINA. Innanzitutto l”indimenticabile Maestro Antonio D”Intino e la sua famiglia. Camillo, Liliana (scomparsa alla giovane età ) e Sergio D”Intino suoi figli con la moglie (cochetta) recentemente scomparsa alla bella età 97 se mi ricordo bene. La Banda era composta dai 30 a50 elementi,i trasferimenti da un paese all”altro, da REGIONI A REGIONI con un pulman colore verde (non tanto affidabile), ma si arrivava sempre a destinazione. Le manifestazioni delle feste patronali erano sempre riuscite benissimo perchè gli applausi, i BISS erano sempre richiesti ed eccitanti ,il popolo era entusiasta per la banda che suonava BENE ed i cantanti Irici erano ben preparati. i Repertori erano di OPERE, di SINFONIE e di MARCIETTE ALLEGRE. Oggi si snobba tanto la BANDA, si organizzano le feste patronali con mini concerti di breve durata e molto costosi. A Perenne ricordo di ANTONIO D”INTINO e LILIANA.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.934 spammer.