Le nostre bandiere “all’estero”…

marino clumbri 01

Ci viene segnalato, e molto volentieri portiamo a conoscenza di tutti, una informazione inerente  il successo di un nostro concittadino emigrato all’estero nei tempi post bellici. Ringraziamo, nel caso, il Sig. Luigi Di Paolo, ma vorrei fosse un invito, esteso a tutti, a  portare a conoscenza quanto può rendere onore alle capacità del nostro paese. Saremo bel lieti di dare spazio a tutti.

 

Carissimi Amici di Ripa Teatina,

desideravo parlarvi di un vostro e nostro compaesano che ha vissuto fino al 1968, a Ripa Teatina, e poi a circa vent’anni si è imbarcato ed ha girato tutto il mondo; da un po’, finalmente, si è fermato in Giappone.

Si chiama Marino Columbri, molti di voi si ricorderanno di lui, sto parlando degli anni 60, ha giocato a calcio anche con bravura, ed è stato un mio grande amico, la vita ci ha portato lontano dai nostri luoghi, ma qualche anno fa ho avuto la fortuna di ritrovarlo almeno su facebook.

Ma perché vi voglio parlare di lui, perché è una persona che oltre ad avere la voglia di viaggiare per il mondo è un POLIGLOTTA ed un PITTORE molto stimato, ed è quindi un Ripese che si è fatto onore, a cui dovrebbe andare tutta la nostra stima non solo di amicizia, ma anche di riconoscenza per aver portato Ripa e le sue origini nel Mondo, Grazie Marino.

In quattro anni, imbarcato come Macchinista, grazie al Diploma IPSIA, nella marina mercantile, ha avuto occasione di vedere terre lontane come il Perù, il Cile, il Giappone, l’India, l’Africa del nord e sud e anche il Madacascar, riportando un’esperienza a dir poco “Enorme”.

Poi si è sistemato per parecchi anni in Grecia e lì ha messo su famiglia, poi la sua voglia di “volare” è straripato ancora e lo ha riportato in Giappone, dove nel 1984 incontra una giapponese di nome Yuko, che sposa, e nel 1990 si trasferì definitivamente nel Paese del Sol Levante, che già conosceva per viaggi di piacere o di business.

Per quanto riguarda l’attività di poliglotta, lui conosce, l’Inglese, Francese, Giapponese, Spagnolo, Latino, ed ovviamente Greco ed Italiano, potete visitare il suo sito: www.poliglotta8.webs.com/

E’ titolare di una scuola che si chiama Poliglotta 8, dove sotto la sua Direzione ci sono diversi insegnanti , lui si dedica di solito alla linguistica di Latino, Italiano, Francese, Spagnolo e Greco , divertendosi un mondo…

Un’altra considerazione, lui non ha frequentato grandi scuole, né licei linguistici, né possiede lauree in lingua, ebbene sfido chi ha fatto questi studi a competere con lui, ciò dimostra che il Volere è Potere.

Per quanto riguarda la sua arte di pittore, potete vedere il sito del museo dove lui sta preparando una mostra direi importantissima,il sito web: http://fukuoka-kenbi.jp/exhibition/2013

Questo link della mostra e’ in Giapponese si può tradurre in italiano con google translate.

Il museo delle arti della prefettura di Fukuoka lo ha invitato per una esposizione di dipinti, creando in lui enorme felicità, per tre giorni 25-26-27 di Dicembre sarà il solo artista ad esporre ..40 o 50 dipinti.

Inserisco qui un suo bell’esempio della sua pittura.

Per finire, mi rivolgo ai giovani di oggi, che dicono che sono senza futuro, ma a Marino qualcuno aveva assicurato il futuro?, o si è messo in gioco ed ha affrontato il mondo con le sole sue mani, o meglio con la sola sua testa?

Luigi Di Paolo

 

 

One Response to Le nostre bandiere “all’estero”…

  1. Esposito antonio scrive:

    Di PAOLO LUIGI scrive.
    Erg. Sign. TONY ESPOSITO
    Ti ringrazio vivamente del dono del tuo elaborato libro su RIPA TEATINA. Apprezzo moltissimo ,e che ti fa vanto, frutto del tuo innegabile amore per il Paese che ci ha visto crescere da ragazzi e che noi , poi abbiamo dovuto lasciare per intraprendere la nostra vita in altri Lidi, tu a TORINO io a S. MARINO . Questo tuo elaborato sulla vita trascorsa a RIPA TEATINA di gioventù, sarà stato molto apprezzato, è un racconto storico di un certo periodo bello spensierato ed indimenticabile .Complimenti, è davvero emozionante leggere questo tuo libro , è stato per me come rivedere un filmato del passato, che a volte si dimentica. Tu invece hai curato molto i rapporti con i nostri paesani , col ricordare tutti i nomi ma soprattutto i Soprannomi che s’usavano all’epoca e che oggi non esiste più. E’ sicuramente d’ammirare , da capire, ed anche un rapporto sociologico, che potrà aiutare le nuove generazioni a capire quello ch’è stato, per ben tracciare il loro futuro. Bravo davvero il tuo lavoro rivela un animo nobile, buono ed altruista, la tua dedizione del tempo per scrivere, ed inserire le foto ben appropriate nei commenti, sarà stato un lavoro da certosino, laborioso e paziente con ricordi lucidi che hai oggi degli avvenimenti di tanti e tanti anni fa. L’originalità la freschezza dei tuoi racconti mi ha entusiasmato . Grazie d’avermi omaggiato del tuo elaborato, con Stima e cordialità, tuo AMICO di gioventù. Di PAOLO LUIGI da S. MARINO.
    TONY risponde. Il tuo scritto m’emoziona e mi sprona sempre più ad elaborare altri scritti per testimoniare con fervore cosa si prova essere lontani dal paese natio, e quasi fuggire da esso per emigrare lontani in altri LIDI. Ti ringrazio di cuore, un eco di voce da RIPA dice CONTINUA . Nostalgia è impressa nel cuore e va sfociata come grido di rimpianto sempre . TONY
    Federico Lu Farmacista de la RIPA
    Congratulazioni, CONTINUA…!!!!!!!Federico De Cecco di LANCIANO. Grazie…… !!!!!! Dott. FEDERICO De CECCO.

    SABRINA FIES,
    Hola, mi nombre es Sabrina y estube buscando por internet, fue Entonces queencontre tu blog, el cual me gusto mucho, el cual esbastante agradable para leer. Regreso la proxima semana paraleerte de nuevo.
    Salud Sabrin

    UMBERTO GIAMPAOLO
    Signor Antonio Esposito,vorrei darti un consiglio, perché non fai un libro con tutte le storie di Ripa,i soprannomi,poesie,e vedrai che non ci sia un Riparolo all’estero che non acquisterà il libro; leggendo alcune delle tue poesie mi riporta indietro con la memoria negli anni sessanta,e Signor Antonio Esposito,vorrei darti un consiglio, perché non fai un libro con tutte le storie di Ripa,i soprannomi,poesie,e vedrai che non ci sia un Riparolo all’estero che non acquisterà il libro; leggendo alcune delle tue poesie mi riporta indietro con la memoria negli anni sessanta,e veramente un piacere, ciao Umberto da Philadelphia.

    UMBERTO GIAMPAOLO
    SIGNOR ANTONIO ,GRAZIE PER AVERMI INSERITO ANCHE A ME ALLA LISTA DEI CAPOLAVORI DI RIPA TEATINA SCRITTI DA LEI, PERÒ DOVREMMO ANDARE A RIPA PIÙ SPESSO E GODERCI LE TRADIZIONI DEL NOSTRO PAESE.

    AMICA di Origine ABRUZZESE. Tiziana, da ROMA
    Nei racconti di Antonio Esposito,mi colpisce l’amore per la sua terra e nello specifico per il suo paese. Spicca la conoscenza delle storie passate e sopratutto dei suoi concittadini. Si nomina portabandiera di un mondo che non c’è più ,ma che vive nel suo cuore , più giovane e amato che mai. Mi piace il suo modo semplice di raccontare le cose,andando diritto al segno,senza tergiversare in inutili cerimonie. Un uomo che ama le donne come esseri superiori nell’anima, alle quali con magnifiche parole n’ esalta la bellezza e il rispetto che lui ha per loro.
    Grazie Antonio.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.938 spammer.