Provincia. Petrucci già al lavoro.

Rilancio dell’economia L’assessore Petrucci scommette sugli emigrati
il Centro – 09 agosto 2009 pagina 01 sezione: CHIETI

CHIETI. L´economia provinciale ha bisogno di ripartire e la formazione può
aiutare con progetti di riqualificazione professionale incisivi. Mauro
Petrucci, nuovo assessore per formazione, pubblica istruzione, sistema
bibliotecario e Chieti nel mondo, è al lavoro. Con lui prosegue “il viaggio”
nell´esecutivo provinciale, firmato presidente Enrico Di Giuseppantonio. «In un´
economia locale, che chiede con insistenza un rilancio particolarmente
urgente», osserva Petrucci, «sono certo che i teatini nel mondo possano dare
una mano. Del resto ci sono precedenti importanti. Basti pensare a Pierluigi
Zappacosta e al rilancio della Del Verde». Andiamo a caccia di amarcord?
«Il legame con le proprie radici rimane forte nei teatini migrati all´estero,
riprendere i contatti, confrontarsi sulle loro esperienze e cercare di
agganciare il loro know how per attività imprenditoriali da lanciare nel
Chietino credo sia un´ottima strada per reperire nuove risorse». La scuola
sta vivendo una fase tumultuosa. «La riforma ministeriale delinea nuove
dimensioni per la presenza e l´organizzazione scolastica. La Provincia già con
la passata amministrazione ha giocato il suo ruolo. Continueremo a farlo, con
sempre maggiore incisività. Al momento, comunque, è in atto una ricognizione
degli edifici scolastici per la sicurezza sismica. Dall´esito di questa
panoramica dipenderà la distribuzione delle risorse e, quindi, la
programmazione che potremo di fatto realizzare». A che cosa pensa in
particolare? «Alla possibilità di trasferire risorse sulla formazione alla
pubblica istruzione, potenziando i piani formativi. Non posso, però, essere
subito pienamente operativo. Siamo in agosto, l´attività regionale è quasi
ferma. Tra le tematiche che dovremo affrontare ci sarà anche quella della
mobilità scolare. Sono tanti i ragazzi che viaggiano per studiare. Va garantito
un sistema dei trasporti efficace, con mezzi e orari a sufficienza. Va riempita
la fascia pomeridiana, oggi carente, per garantire ai ragazzi di poter
frequentare i corsi formativi extracurriculari e integrativi, molto utili alla
loro completa formazione scolastica”. Il cantiere della biblioteca
provinciale a Chieti è una ferita ancora aperta. «Sto esaminando in questi
giorni le carte, così come sto analizzando il progetto del campus dell´
automotive nella Val di Sangro. Vorrei concludere la fase del passaggio di
consegne a pieno in questo mese, per essere operativo sin dai primi di
settembre».

 

2 Responses to Provincia. Petrucci già al lavoro.

  1. Alessio Moretti scrive:

    Intanto il sindaco di Ripa Teatina, dott. Mauro Petrucci, potrebbe cominciare il suo lavoro da assessore provinciale, alle politiche scolastiche, facendosi un giro per le strutture scolastiche del suo paese. Trovo alquanto strano che alcuni di questi edifici, da poco ristrutturati e messi a norma, perdino acqua e si allaghino, poi una verifica sulla tenuta sismica degli stessi, in quanto edifici molto vecchi e rappezzati qua e là con qualche lavoro di messa in sicurezza. Prima di pensare a come potenziare i trasporti per i ragazzi e al riempimento della fascia pomeridiana, va potenziato il livello della sicurezza degli edifici scolastici ove questi si recano per studiare o per fare attività integrative di supporto al loro sapere. Ci sono voluti, quasi due anni, per riaprire un piccolo asilo, nel comune di Ripa Teatina e che comunque perde acqua, figuriamoci quanto tempo ci vorrà per controllare e risistemare, le scuole di tutta la provincia Teatina. Ai facili entusiasmi, devono seguire fatti concreti, spero che questo punto, all’assessore Petrucci sia ben chiaro in mente.
    Alessio Moretti
    circolo P.R.C. “k.H.Marx” Ripa Teatina

  2. C’era un prete a RIPA TEATINA di nome DON DECIO D’ANGELO che nel lontano 1964 chiedeva al consiglio comunale d’all’ora di far sorgere una scuola per le medie superiori oppure SCUOLA PER ARTI e MESTIERE a RIPA TEATINA . Dopo tantissimi anni questo desiderio s’e’ fermato nel dimenticatoio, ed insoluto ancora oggi. Non si seppe nulla sia in consiglio comunale ed in provincia, oppure a qualche consigliere gli fu messo il cerotto,e che forse a RIPA era superfluo e non producente.
    EGREGIO assessore provinciale Dott. Petrucci CONSIGLIEREI di mettere in moto tale progetto, per far si’ che studenti da Crecchio sino a Ripa vanno a scuola MEDIE SUPERIORI o SCUOLA per ARTI e MESTIERI, a RIPA TETINA, non piu’ in AVVENIRE solo a CHIETI o PESCARA. IL problema si potrebbe risolvere se quell’ospedale che da 25 anni o 30 e’ un ritrovo di cani randagi,di gatti in cerca d’amore e per non dire di mala gioventu’ che va’ a drogarsi, oppure prostituzione coatta. Pensi solo a quanti soldi hanno speso gli studenti con autobus e macchine private in benzina,in abbonamenti,in alberghi in case private da famiglie, per solo arricchire le casse al comune di CHIETI o PESCARA .Ho detto da Crecchio da ORSOGNA da Tollo DA Miglianico DA Villamagna da FRACAVILLA, DA GIUGLIANO TEATINA da BUCCHIANICO,ecct.eccet.
    tutti questi paesi potevano incrementare l’entrate al paese di RIPA. Se qualcuno allora avesse affrontato il problema mosso dal parroco d’all’ora. Oggi RIPA aveva risonanza mediatica su famiglie che hanno necessita’ che i propri figli di continuare gli studi. Forse oggi RIPA aveva alberghi, oppure ostelli per giovani, famiglie riparoli che ospitavano studenti in case vuote da decenni, che provenivano da fuori.Tutto a beneficio del popolo di RIPA. E’ VERO’ tutto questo? Quante generazioni sono passate d’all’ora? quanti industriali edili potevano arricchire il paese in strutture cosi’ esigenti per studenti? Eppure io ricordo benissimo questi concetti che Don DECIO s’auspicava che s’avverassero. Oggi tocca a TE ASSESSORE alla PROVINCIA mettere basi al progetto. Per affrontare questa lacuna per le prossime generazioni,anche perche’ il paese e paesi circostanti stanno crscendo con etnie che producono piu’ figli, la necessita’ e’ prioritaria in avvenire. BASTA andare per forza a CHIETI o PESCARA!!. Con PETRUCCI “ASSESORE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE ed ai TRASPORTI l’avvenire sara’ piu’ ROSEO alle NUOVE GENERAZIONI di RIPA TEATINA..le critiche devono essere costruttive.
    BUON LAVORO dott.PETRUCCI……..




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 33.932 spammer.