Elezioni.Prime schermaglie con Livia Turco

Livia-Turco-sfondo-rosso

Prime schermaglie per le prossime votazioni a Ripa.

La coalizione che si opporrà al partito ora al governo cittadino ha presentato il suo candidato: Andrea Patriarca. A giorni verrà fuori la lista completa con tutti i suoi candidati.

Dalle parole dell’onorevole un sostegno completo al giovane Andrea.

Volentieri pubblichiamo un articolo a firma del giornalista Sig. Zulli Giustino sulla serata oggetto della nostra attenzione.

22 marzo. Il rinnovo di una tradizione

La "icona" posta all'Alento

22 marzo. Una data che segna, ogni anno, un momento particolare per la comunità di Ripa.

E’ il rinnovo del ricordo  storico che lega il nostro paese alla venerazione della sua Santa Patrona: Maria SS.ma del Sudore. E come ogni anno, si presenta con tutta la sua spiritualità che pur se legata a simboli, quali la processione da luogo dell’evento, è indubbiamente espressione di sentimento di devota filiazione alla Madonna. Ogni anno, pur nell’evolversi dei tempi, resta immutato il valore spirituale per la comunità di Ripa. Tra i simboli tradizionali spicca la costituzione della “compagnia”.  Quest’anno la volontà di rinnovare tale tradizione ha animato le famiglie Verna Ulisse, Salvatore Giuseppe e  Masci Fernando.

Già durante la settimana con cura e impegno hanno preparato l’avvenimento odierno.

Ultime immagini di un’avventura … in bianco

..le ultime di questa mattina …

….nevica ancora …

Ancora neve. Ma un Grazie…

100_0461

Dedichiamo delle immagini a questi uomini “silenziosi” che con il loro impegno hanno reso possibile i nostri spostamenti per le vie del paese. Li abbiamo visti dal mattino molto presto fino a sera correre in sù e in giù cercando di rendere la strada sempre percorribile, spargendo sale e rimuovendo la neve accumulatasi sulle vetture e lungo le strade. Notizie da paesi limitrofi riferiscono tuttora di problemi sulla viabilità  e formazione di ghiaccio lungo le strade. Abbiamo visto in questi uomini tanta disponibilità a soccorrere persone in difficoltà. Dietro, indubbiamente, venivano sorretti dai nostri amministratori che hanno ricevuto e smistato centinaia di telefonate con richieste di soccorso e di intervento. A loro: grazie.