Auguri ai 100 anni di Ettore!!

E sono quattro!!  Con la giornata di domani si avranno a Ripa ben quattro centenari!!

Un altro nostro concittadino entrerà a far parte di questo originale “club”; a lui andrà la tessera n°4.

Il nostro Martelli Ettore, nato il 18 febbraio 1909 si aggiungerà all’elenco dei centenari di Ripa.

I suoi avi, di origine mantovana, si trasferirono nel nostro territorio nel corso del 1800. Qui il nostro Ernesto è nato e cresciuto insieme a fratelli e sorelle (ben dodici, di cui due scomparsi in tenerissima età). Della sua “grande famiglia” resta in vita solo la sorella Clelia nella vicina Francavilla al Mare. Ha preso in moglie Coletti Chiara e da lei ha avuto due figli, Osvaldo e Teresa. Legato ai valori genuini delle nostre genti, ha dedicato la sua vita al lavoro ed alla educazione dei figli, dai quali è stato ripagato con gioie e soddisfazioni e la generosità di cinque nipoti e due pronipoti. Pur con qualche limitazione negli spostamenti, ama essere circondato dai suoi familiari.
La redazione e la comunità di Ripa si unisce a tutti i familiari stringendosi attorno al “nonno” augurandogli auguri e tanta serenità

prove di … neve

Per tutta la giornata odierna le condizioni meteo sul nostro paese hanno mostrato forte instabilità.

Già in mattinata qualche tentativo di neve. Nel pomeriggio con l’abbassarsi della temperatura abbiamo rivisto qualche fiocco bianco. In serata la neve ha rifatto la sua comparsa imbiancando i teti delle case. Cosa ci riserva la notte?.

A domani ….

… altra centenaria! Auguri Flavia!

Come già annunciato all’inizio dell’anno, ci apprestiamo, domani 10 febbraio, a festeggiare la seconda centenaria del 2009 ( è la terza in totale; come si ricorderà, abbiamo avuto Concetta Di Labio nel novembre 2008 ed Elena Cornacchia nel gennaio 2009), nella persona di Flavia Mennilli.

Nata nel 10 febbraio 1909 è vissuta sempre a Ripa, dedicandosi alla propria famiglia e al lavoro nell’agricoltura. Ancora lucida e cosciente, ama essere circondata dai familiari e dai nipoti (ben sei).

I festeggiamenti previsti per l’occasione sono stati annullati a causa di un evento luttuoso che l’ha raggiunta nella vigilia del suo compleanno.

Da una nota dell’ufficio stampa del comune si apprende che tuttavia il sindaco Mauro Petrucci consegnerà per l’occasione la tessera n.3 del neonato “Club dei centenari”.

La redazione, pur in un momento in cui due sentimenti contrastanti si confrontano, si stringe intorno a “nonna Flavia” e ai familiari a manifestazione di affetto e solidarietà.

il “secolo” della “Signora Lina”

Nata nel lontano 5 gennaio 1909, porta ancora vivo il ricordo di questi cento anni che l’hanno vista presente nella vita di Ripa.  Qui il servizio fotografico della festa

Nata da Raffaele e Vincenza, penultima di otto fratelli, ha frequentato le scuole”complementari” a Chieti.
Vedova di Umberto Nicolò, podestà nell’epoca bellica a Ripa e con il quale si era sposata nel 1938, ha ricoperto vari incarichi nel corso di questi cento anni.
Presidente dell’Azione Cattolica, è stata consigliera del CIF (centro italiano femminile). Responsabile fino al 1994 dell’Agenzia Assicurazioni Ina Assitalia.
Ma tutti la ricordano per aver gestito, insieme con la cognata, il negozio di generi alimentari fino al 1990. In questa veste è stata attenta osservatrice delle vicende umane legate alla povertà determinata dagli eventi bellici e per cui tanti nostri compaesani sono partiti per terre lontane. Chi non ricorda il “libretto” dove venivano segnati i “crediti” per aver consegnato un po’ di pasta o di pane a tante persone in povertà !!!
Di tante storie personali, di cui è stata protagonista nel bene e nel male, a lei piace ricordare la tenacia con cui difese il “suo pianoforte” dall’arroganza di un soldato tedesco che aveva tentato invano di portarglielo via e, agli albori del ristorante “La Buccia”, di aver dato una mano, insieme con Angiolina De Francesco, alla sua amica “Adina” in cucina.
Per l’occasione dei cento anni l’Amministrazione comunale aveva previsto un incontro della comunità presso la Sala Polivalente. Per ragioni di opportunità determinate dalla condizioni climatiche rigide e dal recente stato di convalescenza della signora i festeggiamenti sono stati procrastinati a data da definire (probabilmente in primavera insiema con altre “centenarie in arrivo”).
Comunque il Sindaco Le farà visita presso la propria abitazione posta quasi di fronte al palazzo comunale.

BUON ANNO !!

Buon Anno !!
a quanti sono all’estero
ad amici e "riparoli"