Centri di ascolto

Sono in svolgimento, ogni lunedì nella Parrocchia di San Pietro Apostolo di Ripa Teatina, incontri di catechesi per le case in preparazione alla Santa Pasqua.

L’Azione Cattolica in collaborazione con altri gruppi e movimenti presenti nella Parrocchia ha promosso per la quaresima questa iniziativa, peraltro non nuova e già realizzata in passato. Ogni centro d’ascolto si avvale della presenza di tre animatori di cui uno giovane. Essi opportunamente guidati dal Parroco Don Gennaro Di Battista, offrono attraverso la lettura e il commento al messaggio dell’Arcivescovo di Chieti – Vasto, Bruno Forte, la possibilità di conoscere e imitare il testimone di Cristo che fu San Paolo.

La parrocchia non poteva dimenticare quelle famiglie che, da qualche mese, stanno vivendo momenti di dura prova a causa dei problemi economici che il nostro paese sta affrontando. Per questo ogni domenica, durante la celebrazione, si farà una raccolta di viveri da destinare alla “caritas” parrocchiale e diocesana. Il 29 Marzo poi vi sarà una raccolta di offerte in denaro per un fondo cassa diocesano di solidarietà da destinare alla diocesi. E’ un gesto d’amore che la chiesa locale di Ripa chiede a tutta la comunità; una carezza di Dio donata, ancora una volta, a coloro che soffrono nel silenzio.

Una tradizione secolare

Domani 22 marzo ricorre l’anniversario  della sudorazione del quadro della Madonna e come tradizione vuole si rinnoverà la sfilata delle “compagnie” . Dalla icona ove sorgeva la chiesetta andata distrutta a causadi un violento acquazzone, le “compagnie”  si dirigeranno verso la chiesa madre del paese.

Quest’anno ben tre  “compagnie” cureranno la tradizione e fanno capo alle famiglie di Pizzica Mauro, Lattanzio Rocco e Pantalone Salvatore.

Furto in banca

Sottratta la somma di circa 10.000 euro da due balordi che hanno nella matinata di ieri hanno effettuato la rapina presso la filiale della Cassa di Risparmio di Ripa Teatina.

Le forze dell’ordine sono alla caccia dei due giovani.

Sangue sulla Fondovalle

CHIETI (15 marzo) - Un morto e cinque feriti. E’ il bilancio di un incidente stradale avvenuto  lungo la fondovalle Alento, sulla strada provinciale che collega Chieti a Francavilla nella tarda mattinata.
A provocare l’incidente un romeno e un albanese durante una gara di velocità. La vittima è una donna di 93 anni, Levina De Cerchio. Viaggiava a bordo di una Ford Fiesta diretta a Chieti. Una Mercedes, guidata dall’albanese, superando una vettura si è scontrata con l’auto guidata dalla vittima sulla corsia opposta. A bordo anche il figlio e la nuora: il primo è in gravi condizioni, nell’ospedale di Chieti. L’altra, ricoverata nello stesso ospedale, guarirà in 45 giorni. L’albanese è ricoverato in gravi condizioni.

A bordo dell’altra auto
un romeno in viaggio con il fratello. Nessuno dei due è in pericolo di vita. L’assenza di tracce di frenata indicherebbe un’alta velocità. Secondo testimonianze prima del sorpasso mortale ve ne erano stati altri.

Il romeno e l’albanese sono stati denunciati per omicidio colposo in concorso e gareggiamento occasionale. Nell’incidente è rimasta danneggiata una condotta idrica con fuoriuscita di acqua sulla sede stradale. (da Il Messaggero)

Auguri ai 100 anni di Ettore!!

E sono quattro!!  Con la giornata di domani si avranno a Ripa ben quattro centenari!!

Un altro nostro concittadino entrerà a far parte di questo originale “club”; a lui andrà la tessera n°4.

Il nostro Martelli Ettore, nato il 18 febbraio 1909 si aggiungerà all’elenco dei centenari di Ripa.

I suoi avi, di origine mantovana, si trasferirono nel nostro territorio nel corso del 1800. Qui il nostro Ernesto è nato e cresciuto insieme a fratelli e sorelle (ben dodici, di cui due scomparsi in tenerissima età). Della sua “grande famiglia” resta in vita solo la sorella Clelia nella vicina Francavilla al Mare. Ha preso in moglie Coletti Chiara e da lei ha avuto due figli, Osvaldo e Teresa. Legato ai valori genuini delle nostre genti, ha dedicato la sua vita al lavoro ed alla educazione dei figli, dai quali è stato ripagato con gioie e soddisfazioni e la generosità di cinque nipoti e due pronipoti. Pur con qualche limitazione negli spostamenti, ama essere circondato dai suoi familiari.
La redazione e la comunità di Ripa si unisce a tutti i familiari stringendosi attorno al “nonno” augurandogli auguri e tanta serenità