Columbus day … con i “Brass & Brass”

brassCon inizio il prossimo 2 ottobre e fino all’11 si celebrerà in America la festa del “Columbus day” (il giorno di Colombo) per commemorare il giorno dell’arrivo di Cristodforo Colombo nel nuovo mondo il 12 ottobre 1492.

Gli Americani di origine italiana sentono il Giorno di Colombo come una celebrazione che ricorda le loro doppie radici Italo-Americana. Questa festa è stata proposta come festa nazionale negli Stati uniti da quando Il Giorno di Colombo è stato celebrato per la prima volta da italiani a San Francisco nel 1869, seguendo le celebrazioni italiane di New York. Il primo stato a riconoscere ufficialmente la ricorrenza fu il Colorado nel 1905 e nel 1937, su impulso dei  Knights of Columbus (un’associazione cattolica che aveva adottato il nome del grande viaggiatore), il presidente Franklin Delano Roosevelt stabilì che il Giorno di Colombo diventasse festa nazionale in tutti gli Stati Uniti. A partire dal 1971  il giorno in cui cade questa ricorrenza è fissato per il secondo lunedì del mese di ottobre, lo stesso giorno in cui nel vicino  Canada si celebra invece il Giorno di Ringraziamento. Gli Italoamericani sentono molto questa festività e sono particolarmente orgogliosi del fatto che sia stato Cristoforo Colombo, un navigatore italiano a scoprire il continente americano. Da vari anni il Giorno di Colombo l’Empire state Building di New York usa accendere le sue luci, riproducendo così il tricolore italiano.

La circostanza di quest’anno vedrà la presenza del nostro gruppo di Quintetto di ottoni “Brass & Brass”.  Contattati dal Sig. Luo Cataldo, insieme con altre Associazioni Abruzzesi, Il gruppo terrà tre concerti. A giorni avremo il programma completo con date e orari. (per gli  emigrati che seguono le nostre notizie, si tratta di pazientare solo qualche giorno …).

Il gruppo sarà ospite del Sig Cataldo che ha curato tutto il programma, spostamenti e ospitalità.

Per quanti non conoscono il gruppo, abbiamo provveduto a redigere una breve storia.

Nascono nel 2004 per volontà di cinque musicisti abruzzesi con la passione per gli ottoni. I componenti del quintetto, seppur alcuni siano molto giovani, sono tutti affermati e valenti strumentisti nell’ampio panorama nazionale e vantano già esperienze musicali molto importanti in varie orchestre come quella del Teatro Marrucino di Chieti, l’Orchestra Sinfonica di Pescara, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese.

L’intento del gruppo è quello di far conoscere ed estendere una particolare cultura, quasi ormai scomparsa, non solo a livello regionale ma esportandola anche fuori dai nostri confini abruzzesi per far si che la riscoperta degli ottoni possa essere sempre più viva e apprezzata. Il repertorio varia da antichi e celebri autori come J. S. Bach, G. F. Haendel, G. Verdi, G. Puccini, A. Dvorak e molti altri fino ad arrivare a pezzi di musica jazz, musica leggera e a celebri colonne sonore di E. Morricone e N. Rota.

Il gruppo vanta già più di cento concerti tenuti per diversi importanti istituti musicali quali SIMT di Chieti, Associazione Amici del Teatro e della Musica “N. Farina” di Guardiagrele, Associazione Musicale “A. Curti” di Bucchianico, Rassegna Musicale “Majellarte 2009″.

Compongono il quinteto: Prof. Fausto Esposito (tromba) – Prof. Silvio Di Paolo (tromba) – Prof. Giuliano Melchiorre (corno) – Prof. Antonio Bonanni (trombone) – Prof. Gaetano Negrone (tuba).

Fanno parte del loro repertorio classico alcune delle melodie più famose del vasto panorama musicale internazionale : Marcia trionfale dell’Aida di G. Verdi, Nessun dorma di G. Puccini, Carmen di G. Bizet, Sinfonia “Dal nuovo mondo” di A. Dvorak, Aria sulla 4° corda di J.S. Bach per andare alla Cumparsita di Rodriguez, Amazing grace (trad. americano), Yesterday di McCartney, The Entertainer di S. Joplin, Otto e mezzo e Il padrino di N. Rota, La vita è bella di Benigni, colonne sonore di E. Morricone, colonne sonore di cartoni animati divertentissime, diverse sequenze di brani celebri natalizi e tanti altri bellissimi brani celebri.

Fiaccolata di preghiera a Maria

fiaccolata-002Si è svolta ieri sera la fiaccolata di preghiera lungo la strada dalla icona della Madonna del Sudore, in località Alento, fino al paese. Una lunga scia di lumini e di gente orante ha animato tutto il tragitto. Riportiamo un commento che rispecchia l’immagine dell’avvenimento “mi sono trovata a passare lungo la strada che costeggiava la processione e devo dire che lo “spettacolo” di quei lumini accesi e della gente in preghiera era veramente toccante….

Al termine un rinfresco per tutti i partecipanti.

Ecco alcune immagini.

fiaccolata-009

fiaccolata-011

fiaccolata-013

fiaccolata-023

fiaccolata-003

fiaccolata-004

fiaccolata-006

fiaccolata-007

fiaccolata-019

fiaccolata-020

fiaccolata-021

fiaccolata-022

fiaccolata-0231

fiaccolata-024

fiaccolata-027

fiaccolata-029

fiaccolata-035

fiaccolata-036

fiaccolata-032

fiaccolata-033

Sabato “Fiaccolata con Maria”

manifesto-madonna-ac2

L’Azione Cattolica di Ripa in occasione delle prossime festività  in onore di Maria SS.ma del Sudore chiama a raccolta i cittadini del paese per domenica prossima 19 settembre. Luogo dell’appuntamento, presso l’icona della Madonna, posta in località  Alento, alle ore 18.30. Da qui si sboderà  la fiaccolata in onore della nostra Patrona.

Al termine verrà  offerto una cena in piazza.

Concorso di poesia dialettale

La vincitrice della scorsa edizione

poesie_20091 (clicca per leggere il bando) Iniziativa dell’amministrtazione Comunale per arricchire il Concorso di Poesia dialettale che si tiene a Ripa sabato 26 settembre prossimo.

Triplice gemellaggio sotto la bandiera di Rocky

Un triplice gemellaggio tra Ripa Teatina, San Bartolomeo in Galdo e Brockton: è la proposta emersa dopo le celebrazioni del quarantennale della morte di Rocky Marciano

Unire in un patto di gemellaggio le tre cittadine che sono legate al nome di Rocky Marciano, Ripa Teatina, paese natale del padre, Querino Marchegiano, San Bartolomeo in Galdo (BN), paese natale della madre, Pierina Picciuto, e Brockton (Massachussets), dove il campione nacque e visse: è questa la proposta, congiuntamente formulata dai sindaci Mauro Petrucci e Vincenzo Sangregorio, al termine della celebrazione per il quarantennale della morte del pugile italo-americano, svoltasi il 31 agosto scorso a Ripa Teatina.